Realizziamo un orto con i bambini!

Realizziamo un orto con i bambini!

“Le cose di ogni giorno raccontano segreti a chi le sa guardare e ascoltare.”

 

Chi se la ricorda?

Questa frase è l’introduzione alla canzone di Sergio Endrigo “Ci vuole un fiore”.

Un successo per i bambini di ieri e di oggi che ci fa cantare a squarcia gola che “per fare tutto ci vuole un fiore”.

Da un fiore possiamo aspettarci una succosa fragola, una croccante ciliegia, da un fiore rosa, una pesca come cantava Battisti, i fiori di arancio ci riconducono al giorno delle nozze e i fiori di una zucca o di un broccolo ci riportano ai capricci e alle resistenze dei bambini a mangiare qualche verdura in più.

Abbiamo ancora nei nostri occhi e nei nostri piedi l’immagine e la fatica delle code davanti ai padiglioni dell’ EXPO. Abbiamo visto semi, germogli, orti verticali, parlato di educazione alimentare, salute e benessere.

Abbiamo studiato la Mezzaluna fertile, il limo e il Nilo,  l’aratro, i servi della gleba, la rotazione delle colture, un filo conduttore che ci porta dagli studi scolastici fino agli avveniristici padiglioni dell’expo, sorprendenti per  l’ avanguardia e l’ evoluzione tecnologica che hanno espresso.

Ci ricordiamo cosa abbiamo fatto a scuola con un vasetto dello yogurt e del cotone? (Vedi il post Esperimenti di primavera)

Abbiamo atteso un tempo che ci è sembrato infinito, un tempo fatto di cura, di premure per il nostro semino.

Attendere, aspettare, dare il tempo, rispettare, curare, bagnare, scaldare, proteggere e poi la gioia, l’entusiasmo, le urla “è nato, è nato!”, emozione, metodo, scienze, storia, educazione e cultura.

Tutto questo in un semino, tutto questo da un fiore.

Che sia sul nostro balcone di casa, che sia in  un  riquadro nel giardino della scuola, insieme a mamma e papà, insieme ai nonni e alle insegnanti, profumi e sapori, saperi ed emozioni si fondono e si incontrano  nell’orto,  una bella attività da vivere tutti insieme!

Ognuno mettendoci un po’ di se stesso!

Comincia subito scegliendo gli attrezzi per il giardinaggio o strumenti per gli esperimenti!

Alessandro

Alessandro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *