Idee “luminose” per il piano luminoso

Idee “luminose” per il piano luminoso

Chi non ha luce in viso, mai potrà essere stella.

W. Blake

 

Ho trovato quest’aforisma di William Blake un ottimo modo per condensare quanto sto per raccontarvi sul piano luminoso, uno strumento che “illuminerà” i vostri bambini, aiutando le loro menti a brillare!

Intanto, cos’è un piano luminoso? I tavoli e piani luminosi per bambini sono superfici in vetro di sicurezza, dotate di illuminazione a LED, fornite con un alimentatore a basso voltaggio; leggere e maneggevoli. I piani possono essere trasportati e appoggiati ovunque, purché in piano.

 

L’uso dei piani luminosi come sussidio educativo si sta diffondendo sempre di più, in quanto valido strumento didattico per l’insegnante e divertente metodo di apprendimento per i bambini.

 

E’ stata stilata una lista di oltre 150 modi per utilizzare i piani luminosi nell’insegnamento, che investono i campi più disparati: dalla capacità di osservazione, all’unione dei colori, dalla creatività alla percezione geometrico-matematica della realtà, dall’indagine scientifica allo sviluppo del linguaggio. Senza trascurare la particolare forma di rilassamento che la luce dei piani luminosi riesce a instillare anche nei bambini più vivaci.

 

I piani luminosi, a scuola come a casa, attraggono i bambini come curiosa novità, ne facilitano il processo di apprendimento in diversi ambiti, “illuminandoli” così nel senso più ampio del termine.

Vediamo insieme alcuni modi per utilizzare al meglio i piani luminosi.

 

1- Procuriamoci una serie di materiali e strumenti come le palette dei colori , le costruzioni e i sussidi trasparenti colorati oppure anche solo contenitori trasparenti, carta velina o lenti di vecchi occhiali ecc… Appoggiati sul piano luminoso, questi oggetti forniranno lo spunto per parlare con i bambini di colori, luce, trasparenza e opacità. EY07121_003

 

2- Sovrapponendo poi materiali di colori diversi, il bambino scoprirà come le tinte si fondano, dando ita a nuove tonalità. Partiamo dalla combinazione dei colori primari, per mostrare ai bambini come verde, arancione e viola siano frutto di una magia della luce che unisce giallo, blu e rosso.

Immagine1

 

3- Mostriamo ai nostri bambini quali capolavori siano stati capaci di creare: sul piano luminoso qualunque disegno eseguito ad acquerello, matita o tempera, prende vita perché i colori, illuminati da sotto, risulteranno vividi e cangianti e il piccolo artista sarà incoraggiato a dar sfogo alla sua creatività.

Immagine disegno

 

4- In giardino o al parco, raccogliamo tante foglie diverse con i bambini e, posandole sul piano luminoso, guidiamoli alla scoperta delle varie forme, frastagliate o lineari, e delle venature. Appoggiandosi sempre sul piano luminoso poi i bambini potranno fare un frottage della foglia che hanno osservato e scoprire così che, ciò che a prima vista non è evidente, con la luce e un pastello può essere svelato. In questo modo si sollecita la loro naturale curiosità, inducendoli a soffermarsi con più attenzione sui particolari della natura che li circonda. Qualunque piccolo tesoro, infatti, sul piano luminoso può rivelare interessanti segreti: la trama del guscio di una chiocciola, la conformazione di una conchiglia, l’intreccio di un lembo di tessuto, ecc…

EY07122_020

 

 

5- Il piano luminoso è perfetto, per i bambini più grandi, nell’esercizio della ricopiatura (o “tracopiatura”): dovranno infatti allenare la mano e la concentrazione per seguire, sul loro foglio, i contorni del disegno che gli venga proposto.

SC00837_003

 

 

6- Con i giusti sussidi, anche imparare lettere, numeri e forme geometriche diventa più divertente sul piano luminoso! Appoggiati su di esso, assumeranno valore di gioco agli occhi dei bambini, che non li vedranno più come noiose imposizioni. Con il ditino potranno percorrere i tratti delle varie lettere e dei diversinumeri , svolgendo inconsapevolmente un’importante attività di pregrafismo, propedeutica all’apprendimento della letto-scrittura. E con sagome divertenti la geometria li catturerà e impareranno volentieri a riconoscere le forme e ad analizzarne le caratteristiche.

799264_3

 

7- L’attività di pregrafismo o, più semplicemente, di motricità fine trova un ottimo strumento nel piano luminoso anche quando usato con una vasca trasparente e dellasabbia, così da creare una lavagna di sabbia retroilluminata, cara anche al metodo montessoriano. Grazie agli alti bordi della vasca, non si corre il rischio di sporcare in giro e, in questo modo, il bambino ha a disposizione uno spazio tutto per sé, per esercitarsi a tracciare sulla sabbia disegni, linee, scritte…come se fosse al mare, ma con l’aggiunta della luce che, da sotto, rende i granelli di sabbia ancora più magici!

STORIE_DI_SABBIA_2_-_2015

 

In generale, il piano luminoso è un supporto ampio, rigido e sicuro, che segue il bambino in tutte le sue attività, regalandogli stimoli ed emozioni in più, grazie alla luce che filtra dagli oggetti appoggiati su di esso. Che giochi con le bambole, con gli animali, con le figurine o qualunque altro giocattolo, infatti, il bimbo avrà, con il bordo del piano luminoso, una cornice suggestiva per ambientare storie fantastiche, che sarà stimolato a raccontare, sviluppando così le sue abilità linguistiche e lessicali.

 

Ma queste sono solo alcune idee per utilizzare il piano luminoso: sarà curioso scoprire, passo passo con i vostri bambini, tanti altri modi per sfruttarlo come strumento innovativo e divertente!

Fateci sapere tutte le attività che vi invoglierà a svolgere!

 

CERCHI I PIANI LUMINOSI? Li trovi qui: http://www.borgione.it/catalogsearch/result/?q=piano+luminoso

Danae

Danae

2 thoughts on “Idee “luminose” per il piano luminoso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *