Inizia la scuola: nello zainetto cosa ci metto?

Inizia la scuola: nello zainetto cosa ci metto?

E’ il momento di tornare a scuola, per rivedere gli amichetti, per iniziare un nuovo anno scolastico e imparare tante cose nuove. Il dubbio più frequente per le mamme e i papà è cosa mettere nello zainetto del figlio per il primo giorno. Tenendo presente che in alcune scuole sono le maestre stesse a dare indicazioni dettagliate su cosa comprare (e quindi in questo caso vi consigliamo di attendere le loro istruzioni), qui di seguito vi elencheremo il materiale di base che serve per affrontare l’anno scolastico.

Zaino

Lo zaino è l’elemento che accompagnerà il bambino durante tutto l’anno. Che sia di marca o non, o con i personaggi dei cartoni animati, con o senza trolley, l’importante è che sia comodo, capiente, resistente, con gli spallacci larghi e con lo schienale imbottito.

bags-1446359_1920

Astuccio

L’astuccio dovrà contenere tutto il materiale di cancelleria che servirà al bambino per scrivere e disegnare; per questo, come per lo zaino, anche l’astuccio deve essere resistente e di qualità. E’ bene optare per quelli a più scomparti in cui dividere le matite colorate dai pennarelli, le penne dagli altri accessori, magari scegliendo quelli a due o tre zip.

school-1328420_1920

Pennarelli e matite colorate

Ai bambini piace colorare e durante l’anno scolastico utilizzeranno tantissimi pennarelli e matite per fare delle vere e proprio opere d’arte!

I pennarelli possono essere a punta grossa o a punta fine; per la scuola dell’infanzia e per i primi anni di scuola primaria è preferibile scegliere quelli a punta grossa per facilitare l’arte del disegno, mentre per disegni più dettagliati e precisi si potranno prendere i pennarelli a punta fine.

Cerchi i pennarelli? Li trovi qui

Anche le matite hanno punta grossa e punta fine, ma si differenziano per altre caratteristiche: ci sono le matite con il fusto triangolare e quelle con il fusto esagonale, quelle con il fusto naturale e quelle con il fusto laccato, quelle riciclabili e quelle acquerellabili.

Anche per le matite, la scelta dipenderà dall’età dal bambino e dal tipo di scuola; sicuramente se anche la superficie delle matite è colorata, per i bambini sarà più facile trovare il colore giusto, quindi in questo caso sono preferibili le matite dal fusto laccato.

E’ bene comprare un assortimento di 12 o 24 matite, considerando che alcuni colori (come il rosso, il giallo, il blu e il verde) verranno usati più di altri e quindi dovranno poi essere acquistati singolarmente. Inoltre, le mine interne si rompono facilmente cadendo quindi, per non comprometterne la durata, puntate sulla qualità.

Cerchi le matite colorate? Le trovi qui

background-1251104_1920

Penne

Per i primi anni della scuola primaria, sono spesso richieste penne cancellabili; è il caso della Penna Frixion della Pilot, una penna dal tratto morbido e fluido, cancellabile e ricaricabile. La perfetta cancellazione dell’inchiostro avviene attraverso una leggera frizione dell’apposita semisfera di plastica, che non lascia nessun residuo e non danneggia la zona cancellata.

Successivamente, si può scegliere la sferografica della Pelikan, dotata di impugnatura ergonomica, anch’essa cancellabile e ricaribile; la sferografica è però già una penna da grandi poiché, a differenza della Frixion, si può cancellare una sola volta!

Cancelleria

Oltre allo spazio per i pennarelli, le matite e le penne, sicuramente nell’astuccio c’è quello destinato a cancelleria di vario tipo:gomma, temperino, righello, collae forbici.

felt-tip-pens-1499045_1920

Quaderni e diario

Per quasi tutte le materie è previsto l’uso di un quaderno su cui fare gli esercizi. La rigatura e la quadrettatura si dividono in base alle classi, come la necessità di avere i fogli con o senza margine.

Durante l’anno verranno usate decine di quaderni dai bambini, quindi è bene assicurarsi della tipologia di quaderno necessario e poi acquistarne in quantità per coprire tutto il periodo scolastico.

Cerchi dei quaderni?Li trovi qui!

Nei primi anni della scuola elementare spesso non viene richiesto il diario; le maestre solitamente usano un quaderno per appuntare i compiti, i voti, le note e le annotazioni più importanti. Per gli anni a seguire invece il bambino potrà scegliere il diario che preferisce, con le immagini dello sport che lo appassiona o del cartone animato che più gli piace.

Rilegatura ed etichettatura

I quaderni e i libri verranno presi in mano dai bambini infinite volte, messi dentro la cartella, sul banco, sul tavolo di casa per fare i compiti. Il rischio di strappare la copertina e rovinarli è altissimo. Ma proprio per ovviare a questo problema, è possibile utilizzare dei copriquaderni colorati, che permettono anche di identificare ciascuna materia: il quaderno con la copertina rossa è di italiano, quella blu di matematica e via dicendo.

Per i libri è possibile fare la stessa cosa, utilizzando il coprilibro con bordo adesivo oppure la plastica trasparente in rotoli. In questo modo la protezione è assicurata!

 153511_2

Inoltre, è bene etichettare tutto il materiale che mettiamo nello zainetto scrivendoci sopra il nome e il cognome del bambino: dal quaderno alla matita colorata, dal libro alla gomma. In questo modo nostro figlio saprà riconoscere il suo materiale, evitando di perderlo e di scambiarlo con qualche compagno.

 

C’è poi una cosa che ogni bambino dovrà avere nel proprio zainetto ma che non si acquista da nessuna parte; è la voglia di imparare e apprendere cose nuove, è il desiderio di relazionarsi con gli altri e intraprendere nuove amicizie. In questo modo, la voglia di andare a scuola ogni giorno non potrà che aumentare!

Buona scuola a tutti!

Elena T.

Elena T.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *