Riflessioni di fine scuola di un (un po’ malinconico) papà

Riflessioni di fine scuola di un (un po’ malinconico) papà

Manca poco.

Pochi giorni.

Giugno è “Il Sabato del Villaggio”.

L’attesa, i preparativi.

Le ultime interrogazioni, gli scrutini, la notte prima degli esami, il primo appuntamento fuori dalla scuola, una passeggiata al chiaro di luna, la pelle arrossata dalla prima tintarella e poi sarà tempo di…

… e poi sarà tempo di sole, mare, interrail, del viaggio in Inghilterra, dello zaino sulle spalle, del concerto sotto il temporale, dei Mondiali a scandire la meglio gioventù.

E poi… se avessi previsto tutto questo, se avessi saputo suonare la chitarra, le bionde trecce le avrei chiuse come un cielo in una stanza e quella sua maglietta fina l’avrei rincorsa da Milano fino a Bangkok…

E poi… quelle sere d’estate saranno magnifici ricordi da raccontare ai propri figli quando ci ritroveremo a descrivere nel minimo dettaglio quella notte, il falò, quella festa sulla spiaggia in cui il papà incontrò la mamma…

Questa sera mamma e papà sono seduti al tavolo della cucina, il tavolo è ricoperto da una tovaglia multicolore fatta di volantini e depliant raccolti davanti alla scuola.

Stasera si scelgono i centri estivi per i bambini.

Il centro estivo è organizzato dal Comune, dalla Cooperativa, dalla Parrocchia, dall’Associazione sportiva, dalla Fattoria didattica, dalla palestra, dalla piscina, i bambini potranno esplorare, cantare, ballare, nuotare, suonare, sperimentare, viaggiare, incontrare, remare, cucinare …

All’improvviso mi ricordo di una noiosissima estate in cui inforcai la mia bicicletta e insieme a Sergio andammo all’avventura, alla scoperta di quella stradina che si inoltrava nei campi alla fine del quartiere…

Dalla noia nascono le grandi idee…

Idea: la prossima estate leggerò Guerra e Pace dalla prima all’ultima pagina…

Tutte le estati comincio…  e poi… e poi mi viene un’idea!

 

Alessandro

Alessandro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *