Il metodo Bruno Munari: come creare il gioco delle tessere

Il metodo Bruno Munari: come creare il gioco delle tessere

“Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare. Per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere che cosa togliere.”

Bruno Munari

 

Scopriamo insieme come realizzare un semplice strumento ispirato al metodo Munari!

Bruno Munari è stato uno dei più importanti artisti italiani del secolo scorso. Con i suoi libri e con i suoi giochi è stato fonte di ispirazione per insegnanti, educatori e mamme di tutte le generazioni.

La didattica di Bruno Munari si fonda sull’idea che il bambino necessita di essere stimolato e non guidato (o comunque solo in minima parte). Stimolare, per Bruno Munari, significa fornire al bambino strumenti molto semplici che gli consentono di “sprigionare” il suo innato spirito creativo e la sua brillante immaginazione.

Una delle attività che l’artista ha ideato nel corso della sua vita è quella delle tessere sovrapponibili: si tratta di una serie di tessere realizzate in materiale plastico trasparente su ognuna delle quali è rappresentato un dettaglio di un’immagine. Sovrapponendo le tessere il bambino potrà creare di volta in volta disegni diversi.

Il gioco delle tessere è adatto a bambini di ogni età: può essere utilizzato dai più piccoli per creare paesaggi semplici o volti, può essere usato dai bambini che stanno imparando il concetto di orario rappresentando le lancette e il quadrante di un orologio o ancora dai bambini in età scolare per imparare la geometria o la matematica.

Realizzare le tessere di Bruno Munari è facilissimo! Ci occorreranno solo:

Ritagliamo ifogli di acetatorealizzando tanti quadrati della stessa dimensione e…largo alla fantasia (sarete sicuramente più brave/i di me a disegnare :) ).

munari

Su ognuna delle tessere disegniamo un elemento diverso: un fiore, dei fili d’erba, il sole, dei numeri, dei simboli, un quadrante delle lancette, una bocca, la sagoma di un viso…possiamo disegnare tutto quello che vogliamo! Più tessere realizzeremo e maggiori saranno gli stimoli che offriremo ai nostri bambini!

Vi stupirete nel vedere come un’attività così semplice coinvolgerà i bambini di tutte le età!

Sul suo Blog “La Scuola in Soffitta”, Daniela Poggi ha realizzato il famoso gioco di Munari utilizzando dei bicchieri di plastica. Possiamo vedere il risultato in questo video, sempre realizzato da Daniela.

Con i fogli di acetato o con i bicchieri… non ci resta che provare! :)

 

simona

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *